FARMACIA TERRE D’ACQUA: concorso Emilia Romagna

/, Nuova realizzazione/FARMACIA TERRE D’ACQUA: concorso Emilia Romagna

FARMACIA TERRE D’ACQUA: concorso Emilia Romagna

FARMACIA TERRE D’ACQUA – Una scommessa vinta a tempo record!

La Farmacia di concorso “Terre d’acqua” , realizzata a San Giovanni Persiceto, ha rappresentato una scommessa vinta sotto molti aspetti. Ma iniziamo dal principio: ai 4 farmacisti componenti il gruppo vincitore è stata assegnata la sede di San Giovanni in Persiceto, una piccola cittadina di 30mila abitanti che dista mezz’ora d’auto da Bologna.

San Giovanni si presenta con un centro storico ben definito, delineato dalla circonvallazione interna al di fuori della quale si sono sviluppate le nuove aree abitative e produttive.

Il paese, seppur non molto grande, presenta un vivace sviluppo commerciale e negli ultimo anni parecchie giovani famiglie hanno deciso di trasferirsi qui dove gli ottimi servizi pubblici e la salubrità dell’ambiente tra le altre cose, rendono questa urbe una Bologna in miniatura.

Abbiamo incontrato i dottori a San Giovanni per valutare insieme a loro alcuni immobili come potenziale sede della nuova farmacia. La scelta finale è ricaduta su un immobile sito nel complesso commerciale “Il Poligono”, poco fuori dal centro storico del paese.

Un ambiente di pianta rettangolare di circa 300 metri quadrati, dei quali 260 di vendita, con un doppio affaccio, il principale sul percorso interno del cortile commerciale, il secondario sul retro dello stabile.

L’immobile, precedentemente occupato dagli uffici postali, si presentava con una divisione interna, che separava di fatto l’interno in due zone indipendenti.

L’idea che ha guidato il progetto è stata quella di eliminare qualunque partizione non necessaria per ottenere una grande “piazza interna” dedicata alla vendita dei prodotti, circondata dagli ambienti di servizio.

La forma originale proposta parte innanzitutto dall’esigenza di controllare i flussi dei percorsi interni in modo che i fruitori non compissero il percorso “Ingresso-prodotto-casse-uscita” in modo veloce.

Appena entrati si viene accolti in uno primo spazio espositivo ampio, completato da una prima postazione che può fungere sia da cassa che da postazione di consiglio.

Proseguendo verso l’interno lo spazio si ampia progressivamente per poi convergere verso la zona delle casse, dalle quali i dottori possono avere un’ampia visuale della zona vendita fino all’ingresso.

Dietro alle casse è situato il retrobanco dietro al quale si sviluppa una zona di stoccaggio aggiuntiva al magazzino che è sito a sinistra della zona casse.

Le cassettiere sono posizionate all’ingresso del magazzino in modo da essere si facilmente raggiungibili dai farmacisti ma non troppo in vista. Il magazzino è dotato di un ingresso secondario corredato di bussola e portoncini di sicurezza per la consegna dei prodotti da parte dei corrieri anche durante l’orario di chiusura della farmacia.

A destra delle casse si sviluppa la zona ufficio e spogliatoi, queste aree hanno un doppio ingresso per facilitare i flussi dei dottori.

Sul lato opposto sono stati posizionati uno spazio di stoccaggio aggiuntivo, il laboratorio galenico, e la stanza dell’auto-analisi. Centralmente, è stato pensata una zona “aperta” come area di attesa per i clienti completata da un’area giochi per i bambini, in modo da lasciare più libertà ai genitori per completare i loro acquisti.

Una sala trattamenti ,completa di servizi igienici e doccia, si sviluppa successivamente, concludendosi verso la zona d’ingresso.

La forma particolare della pianta è stata evidenziata ulteriormente per mezzo dell’elemento ribassato che corre lungo tutta l’area vendita. Questo ribassamento ospita una serie di faretti incassati orientabili che, lavorando insieme ai corpi illuminanti del soffitto, contribuiscono alla perfetta illuminazione della merce esposta.

Per mantenere la pulizia progettuale della farmacia sono stati utilizzati esclusivamente due sistemi espositivi: Aluminium e Metallica. La loro pulizia estetica ha permesso di realizzare uno spazio di vendita dove il prodotto fosse il vero protagonista. Per quanto riguarda l’individuazione dei settori merceologici è stato deciso di completare i sistemi metallici con delle basi colorate in modo che gli stessi fossero riconoscibili in modo efficace.

Il nome della Farmacia Terre d’acqua è identificativo del gruppo di comuni siti nella zona a nord di Bologna, di cui San Giovanni Persiceto fa parte. Una scelta che rappresenta anche il forte legame con il territorio e i cittadini che i farmacisti vogliono creare, non solo come nuovo esercizio commerciale ma soprattutto come consapevolezza del servizio pubblico che una attività importante come questa ricopre nel territorio.

Un ultimo motivo di orgoglio che rende la Farmacia Terre d’acqua una scommessa vinta è il fatto che essa sia stata realizzata nel tempo record di 5 settimane, grazie alla stretta collaborazione tra progettista-direttore lavori e impresa.

 

2018-10-04T16:03:15+00:00ottobre 4th, 2018|Categories: Concorso Farmacie 2012, Nuova realizzazione|