La comunicazione, che sia essa verbale, non verbale, paraverbale o iconica, è una componente fondamentale all’interno di una farmacia.

Un bravo farmacista deve saper ascoltare e consigliare i propri clienti, ma, allo stesso tempo, deve riuscire a valorizzare anche quel tipo di comunicazione che non si basa sulla voce o sul linguaggio del corpo ma su altri canali, attraverso la scrittura, la grafica e il design.

Oggi più che mai, la funzione conativa di un’immagine o di un linguaggio possono fare la differenza.

Una comunicazione studiata e una distribuzione strategica dei prodotti e degli spazi può, infatti, influenzare con decisione le scelte (e quindi gli acquisti) dei nostri clienti.

Le persone, al giorno d’oggi, non entrano più in farmacia solo per acquistare un prodotto ma anche per soddisfare dei bisogni ed è proprio verso quest’ottica che la farmacia del futuro deve orientarsi.

Quello che deve, quindi, caratterizzare una farmacia che vuole essere al servizio dei propri clienti e, allo stesso tempo, competitiva sul mercato è:

  • -un logo, per identificare la nostra immagine, la nostra unicità e i nostri prodotti e darci una riconoscibilità sul mercato
  • -un posizionamento commerciale, in base al nostro bacino di utenza e alle richieste dei nostri clienti, per la scelta dei prodotti
  • -un layout architettonico interno, che riesca ad influenzare, tramite la costruzione di percorsi ad hoc o la giusta illuminazione, le scelte dei clienti e, quindi, aumentare i nostri guadagni.
  • un layout commerciale, per esporre correttamente i prodotti, con una grafica ben visibile che si riferisca ai vari settori merceologici esposti.

La scelta di un colore, di una grafica particolare o una corretta disposizione interna sono infatti, tra le strategie più importanti che porteranno un cliente a scegliere la nostra farmacia piuttosto che un’altra.